“La Coscienza di Zeno” di Italo Svevo - di Elisa Colombo

Recensione de “La Coscienza di Zeno” di Italo Svevo di Elisa Colombo

Romanzo pubblicato nel 1923

Il romanzo si presenta come un diario di ricordi scritto da Zeno su richiesta del suo psicanalista, il quale pubblicherà gli scritti per vendicarsi dell’interruzione delle sedute da parte di Zeno.

Il diario è suddiviso in cinque capitoli non legati tra loro.

Capitolo 1:  IL FUMO
Quella di Zeno con il fumo è una battaglia persa. Ha sempre un’ultima sigaretta ma non smette mai.
E’ convinto che  il vizio del fumo sia causa della sua malattia.

Capitolo 2: LA MORTE DI MIO PADRE
Zeno non ha avuto un buon rapporto con suo padre, che lo considerava sciocco perché troppo incline al riso. Per Zeno il padre è troppo serio-
In punto di morte il padre alza un braccio che ricadendo colpisce il figlio in pieno volto.
Zeno rimarrà con il dubbio se ci sia stata volontà di schiaffeggiarlo.

Capitolo:3 IL MATRIMONIO
Zeno conosce le sorelle Malfenti grazie al loro padre.
Fa la proposta di matrimoni a due delle sorelle ma viene respinto. Finisce per sposare Augusta, quella che non aveva considerato perché meno bella delle sorelle.

Capitolo: 4 LA MOGLIE E L’AMANTE
Per sfuggire alla vita monotona coniugale Zeno  ritiene di dover avere un’amante.
La trova in Carla, ragazza giovane, bellissima e povera. Tra loro scoppia la passione fino a quando la ragazza non chiede di incontrare Augusta.
Carla rimane colpita dalla moglie di Zeno e si sente a disagio per il tradimento, quindi lascia  Zeno e si sposa con il maestro di canto.

Capitolo:5 STORIA DI UN’ASSOCIAZIONE COMMERCIALE
Zeno offre aiuto a Guido, il marito di Ada, che ha un’azienda che versa in una situazione tragica. Guido per farsi finanziare dalla moglie inscena dei suicidi. L’ultimo però finisce in tragedia e Guido muore.
Zeno riesce a risollevare le sorti dell’azienda con della buone compravendite in borsa ma non riesce ad arrivare in tempo al funerale, e Ada pensa che lo abbia fatto per gelosia nei confronti del marito.

Il romanzo si chiude con un intervento libero di Zeno, non richiesto dallo psicanalista, che è un attacco alla psicanalisi. Zeno pensa che la terapia non serva, si sente guarito ma non grazie alla psicanalisi ma alle sue attività nel commercio.

La Coscienza di Zeno, tratta temi molto attuali: i capitali bruciati in borsa,  la ricerca di armi sempre più devastanti,  i giovani che si sentono incapaci perché non trovano un lavoro.

E’ un romanzo che si può definire moderno.

Commenti

Post popolari in questo blog

Riassunto libro “Colpa delle Stelle” Di John Green - di Valentina Stoppani

La mandragola di Niccolò Machiavelli - di Alessandra Marinaccio

La locandiera di Goldoni - di Sofia Terraneo